Header Image - Escursioni Nelle Dolomiti

Medioevo Gardona: storia, difesa, unione

Medioevo Gardona: storia, difesa, unione

sabato 5 maggio 2017 ore 20.30 Parco Tecnologico Malcom a Castellavazzo-Comune di Longarone (BL) interverrano :

Arch. Ezio Padovan -il restauro della Torre
Arch. Mauro Vedana -Fortilitium Gardonae Il Passo forte della Gardona sulla Strada Regia

Sabato 6 maggio 2017
10.30 inaugurazione e taglio del nastro presso la Torre e visita guidata Classe IC dell’ Istituto Comprensivo di Longarone. con la partecipazione dell’ Associazione “Trame di Storia”
Dimostrazione di scherma storica del “1595 Club Belluno” con repliche di spade prodotte a Belluno
19.30 Cammininight lungo il sentiero della Gardona organizzato dal “Gruppo Laebactes” con partenza in Piazza Della Fontana. Dotazione minima consigliata: scarponi, torcia elettrica, bastoncini.
Serata musicale col gruppo “Celtic Pixie” in Piazza Della Fontana.
Domenica 7 maggio 2017
Tour guidata alla Torre ed alla centrtale elettrica della Gardona
Partenza dalla Piazza “Alle Due Corone”
ore 10, 11, 12, 14, 15, 16
Il Medioevo a Castellavazzo con la partecipazione dell’ Associazione “Grup Artistic Furlan” di Valvasone. Chiusura del centro storico
– Gruppo tamburi e sbandieratori “Lupi Feritas”
– Mercenari “Lupi Bellatores” Gruppo Nobili
– Gruppo Balletto e musiche Medievali
– Artigiani

Manifesto Medioevo alla Torre della Gardona

23 views

L’ Occhio di San Mamante

by MDB 0 Comments
L’ Occhio di San Mamante

Giuseppe Micheletto è nato nel 1946 a Belluno dove risiede.

Ha frequentato l’ Istituto Statale d’ Arte “E. Nordio” di Trieste ottenendo il diploma di “maturità d’ Arte applicata” poi dopo avere conseguito l’ abilitazione all’ insegnamento, ha svolto per quaranta anni la professione di insegnante di “Educazione artistica” in quasi tutte le scuole medie inferiori della Provincia di Belluno fino all’ anno 2012.

Amante dello sport all’ aria aperta, percorre con la sua mountain-bike, sentieri poco battuti a stretto contato con la Natura. Ha arrampicato e continua ancora con amici e grandi nomi dell’alpinismo bellunese. Ha aperto una palestra di roccia in Val Di San Mamante sul Nevegal.Attualmente si dedica al recupero di tecniche e processi di arte antica, come litografia, acqua forte, affresco e fonderia di medaglie.

Dopo il suo primo romanzo “Nessun messaggio ricevuto”, che è il resoconto delle sue esperienze scolastiche maturate come professore e l’amicizia creatosi con i compagni di cordata lungo le stesse vie percorse da Buzzati; Giuseppe parte per una ricerca nello stesso tempo, spirituale e avventurosa di un misterioso occhio scolpito su una roccia del greto del torrente Turriga …

Giovanni Micheletto

Venerdì 17 febbraio 2017 ore 20.45, in Sede CAI Longarone in Via Pirago, 76 serata culturale con Giuseppe Micheletto, insegnante di “Educazione Artistica” nella provincia di Belluno, il quale presenta il suo nuovo libro “L’ Occhio di San Mamante. Amante dello sport all’ aria aperta, della mountain-bike, dell’ arrampicata libera, ha aperto e chiodato una palestra di roccia in Val Di San Mamante sul Nevegal. Giuseppe racconta la sua ricerca, nello stesso tempo mistica e avventurosa, di un misterioso occhio scolpito su una roccia nel greto del torrente Turriga. Si avvale anche della proiezione di un video di Lorenzo Cassol.

http://www.cailongarone.it/locchio-di-san-mamante-giuseppe-micheletto/

 

 

Sito ufficiale: https://giuseppemicheletto.jimdo.com/

10 views

Spade nelle Dolomiti

by MDB 0 Comments
Spade nelle Dolomiti

Spade delle Dolomiti

 

In occasione dell’evento “Spade delle Dolomiti”, domenica 15 gennaio Marta Azzalini, guida turistica, propone il percorso gratuito “La spada nella roggia: una visita guidata attraverso la storia”. Appuntamento alle ore 10:00 e alle ore 14:30 con partenza da Piazza Duomo a Belluno. Un itinerario nella storia per bambini e adulti accompagnati dal rumore dell’acqua insieme alle parole dei personaggi che hanno vissuto e lavorato lungo la storica roggia che correva parallela al torrente Ardo. Un percorso alla scoperta degli antichi opifici idraulici tra mulini da orzo e grano, concerie, segherie, folli per la lavorazione della lana fino alle officine fabbrili tra cui spicca il Busighel, dove i fratelli Ferrara producevano le famose spade bellunesi.
Info e prenotazioni: 348 279 1289
1 view