Header Image - Escursioni Nelle Dolomiti

Ferragosto al Rifugio Pian De Fontana

by MDB 0 Comments

Descrizione

Itinerario: Pont Dela Costa Grande (686 m circa)- CAI-520 Val Dei Ross – Casera dei Ronc (1388 m)- CAI-514 – Rif. Pian De Fontana (1632 m)

distanza :4,4 Km; tempo di andata: 2 ore; Dislivello: circa 950 m

La partenza

Siamo nella Provincia di Belluno, a Longarone, si imbocca in automobile la Val Di Zoldo, e dal villaggio di Soffranco, si percorre la Val Del Grisol, fino al Pont Dela Costa Grande che attraversa il torrente Grisol e che porterebbe alle Casere Rizzapol, piccolo villaggio di seconde case del Longaronese. Parcheggiato la macchina, dal Ponte inizia la camminata (Sentiero CAI-520) per la stradina forestale all’ultimo parcheggio, 778 m.

La camminata

Siamo nella sinistra orografica della  Val Dei Ross, dopo l’attraversamento del ponte omonimo e il Ponte De i Ranzin  inizia la salita ripida nel bosco, con numerosi tornanti.  Il sentiero è stato recentemente ripristinato con i fondi di recupero dalla tempesta “Vaia”, diverse corde metalliche sono stati messi come corrimano, su passaggi esposti e tavole di legno per allargare il passaggio. Attraversiamo un vallone con neve perenne, poi il sentiero continua ripido in un bosco rigoglioso. Con un ultimo sforzo si giunge alla prima tappa alla Casera Dei Ronch (1388 m), di fronte a noi, si alzano le Cime De La Scala che ci separano dal Gruppo Schiara-Pelf, le montagne di Belluno. 

Poco dopo, troviamo a un bivio l’ indicazione per il sentiero CAI-536 che ci porterebbe al Rifugio F. Bianchet. Proseguiamo invece verso destra, attraversando prima un torrente e seguiamo rapidamente il sentiero a zig-zag, prima di giungere finalmente al dosso pascolivo dove sorge il Rifugio Pian De Fontana.

Il Rifugio Pian De Fontana

Il Rifugio Pian De Fontana e il Bivacco dedicato al valoroso alpinista Renzo Dal Mas, sorgono a 1632 m di quota, nella parte Orientale del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi. La struttura ricettiva è gestita dalla Sezione CAI di Longarone, e dai Vicentini Elena e il bravo cuoco Antonio Gavino. E molto frequentato dai numerosi turisti, in particolare i Tedeschi che percorrendo l’ Alta Via N.1, scendono dalle conche glaciali dei Van de Zità.

Beniamino Stragà

Beniamino Stragà era un valoroso pastore, originario di Provagna (Comune di Longarone) che lavorava al Pascolo della Malga di Pian De Fontana prima che venisse ceduto al Comune di Longarone e alla sua gestione dalla Sezione del Club Alpino Italiano di Longarone. E’ deceduto l’8 novembre 2009, all’ età di 95 anni. Nel bel quadro all’ entrata del Rifugio, viene omaggiato con una fotografia e una breve epigrafe.

1947-1957: Casera Costa Dei Nas Ronch- Pian De Fontana – Belvedere Van De Cità
1958-1963: Casera Busnic
1964 fino anni 90: Malga Palughet
Ricordi di una vita tra i monti a pascolare animali docili, abituati a pendii impervi tra la tranquillità e la pace di austere cime.
Ora che sei arrivato in quei celesti prati, aiuterai sicuramente il Padreterno a pascolare le anime dei giusti in quel “posto” chiamato Paradiso…
…Ci guarderai quaggiù mentre ci danniamo a fare a gara a chi fa peggio, invece di vivere in pace come quando pascolavi nella semplicità dei tuoi ricordi.
Elvio Bez

34 views

Val Fraina e Chiesetta di San Mauro

by MDB 0 Comments
Val Fraina e Chiesetta di San Mauro
Chiesetta San Mauro

ITINERARIO: Val Canzoi-San Antonio Alla Santina(560m) – CAI-819 Val Fraina -Le Fornaci (871m)-Casera Val Lunga (1278m)-Forcella (1406m)- Chiesetta San Mauro (1268m).
Distanza: circa 10 Km tra andata e ritorno.

La Val di Canzoi nel Comune di Cesiomaggiore, costituisce uno degli accessi naturalistici più frequentati del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi , dopo la Chiesetta Sant’ Antonio (Località Cimole) troviamo l’ Ex maneggio “Alla Santina” , trasformato in un Centro per l’Educazione Ambientale, http://www.mazarol.net/educazione-ambientale/cea-la-santina.php
Lasciamo la macchina lì, ma possiamo partire più avanti dall’ Agriturismo Orsera dove imbocchiamo la stradina quasi in piano in Val Fraina e il Segnavia CAI-819. Direzione Ovest per circa due kilometri, si supera la Val Di Saladen per un ponticello di legno che è forse evitare il transito visto la sua vetusta, prima di addentrarci per la Val Lunga. In località “Fornaci” un camoscio pascola nella piccola radura adiacente alla piccola casera. Il sentiero è ottimamente segnato con segni CAI bianco rossi sugli alberi e il percorso mantenuto di recente, prima nel fondovalle poi dopo avere superato un tratto in costa, per il bosco si raggiungono i ruderi della Casera Val Lunga (1278m), vari zig-zag ci portano in Forcella San Mauro (1406m). In una ventina di minuti scendiamo alla Chiesetta, dove un banner ci segnala che il 15 gennaio viene celebrata la Messa dedicata al Santo Omonimo. Un gruppo di Escursioni di Mestre ha fatto il percorso per la Via “Normale” da fondo valle.

253 views